Locandina dell'evento

Le buone pratiche di turismo in un Convegno a Sorgono

Invitato in Sardegna il Naturalista G. Marco Marrosu al Convegno sulle buone pratiche del turismo

L’11 e 12 maggio 2019, a Sorgono (Sardegna), si è svolto il convegno sulle buone pratiche del turismo. Tra i relatori è stato invitato il Naturalista G. Marco Marrosu come esperto internazionale di turismo attivo e sostenibile per parlare dell’ “Ambiente della Sardegna come risorsa per il turismo sostenibile”.

L’intervento del Dott. Marrosu ha voluto mettere in luce come gli attrattori naturali dell’Isola possano esercitare un forte richiamo turistico. “Spesso si fa l’errore di pensare che coloro che sono attratti dalla Sardegna – ha spiegato il Naturalista – siano attratti dalle medesime cose che attraggono noi stessi. Siamo portati a immedesimarci ma questo non è per niente scontato. Per fare un esempio, basti pensare che alcune specie botaniche comuni come la quercia da sughero o la ferula possono esercitare un forte richiamo. Ciò che desta curiosità è ciò che è diverso dal luogo in cui si vive.” Secondo il Dott. Marrosu bisogna però fare attenzione a non erodere la risorsa naturale avendo premura di effettuare una gestione corretta, che privilegi le attività turistiche che vivono in armonia con la Natura rispetto a quelle che si dimostrano aggressive verso di essa.

Il convegno, organizzato e moderato dalla cooperativa Impronta, è stato chiamato “Le Comunità accoglienti” e gli interventi sono stati svolti nella prima giornata presso l’Istituto Professionale di Agricoltura di Sorgono. La mattina è stata dedicata alle relazioni istituzionali e politiche mentre il pomeriggio è stato dedicato agli interventi più tecnici e degli stakeholders. Il giorno seguente invece è stato dedicato all’accompagnamento lungo uno degli itinerari escursionistici progettati nel territorio comunale da Lysandra SNC, Dott.ssa Teresa Balvis e lo stesso G. Marco Marrosu.

Tra le partecipazioni istituzionali quella di Giovanni Arru sindaco di Sorgono, di Alessandro Curona sindaco di Atzara e presidente della Comunità Montana Gennargentu-Mandrolisai, di Salvatore Mele dell’Agenzia Forestas, di Flavia Loche sindaco di Tonara e rappresentante territoriale di S.N.A.I., di Katia Piccardo sindaco di Rossiglione (Liguria) e della Prof.ssa Nicoletta Buratti del Dipartimento di Economia dell’Università di Genova.

Gli interventi tecnici e quelli di buone pratiche, oltre a quello del Dott. Marrosu, hanno visto invece alternarsi l’Arch. Valia Galdi, la Cooperativa Brigi (Liguria), la Cooperativa Janas di Gavoi (Sardegna), i Naturalisti Andrea Salvai e Teresa Balvis per Lysandra SNC(Sardegna), mentre l’Associazione Barbagia Express ha parlato del Trenino Verde, il treno turistico a scartamento ridotto che attraversa la Comunità Montana del Gennargentu – Mandrolisai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: